• Home
  • Politica
  • Botta e risposta. L’opposizione: ora basta, “don Citro è un irresponsabile. Preoccupante l’atteggiamento di chi butta benzina sul fuoco”

Botta e risposta. L’opposizione: ora basta, “don Citro è un irresponsabile. Preoccupante l’atteggiamento di chi butta benzina sul fuoco”

di Redazione

"I sottoscritti consiglieri comunali di opposizione, al fine di smentire quanto riferito dal parroco Don Gianni Citro riguardo ad accuse – mai rivolte allo stesso- inviano il testo integrale della mozione (per dovere di cronaca, una pagina non sette) presentata dai gruppi di opposizione in occasione del consiglio comunale del 12 dicembre scorso".


Nel considerare "irresponsabile" il comportamento di chi, in una simile situazione, rifiuta un dialogo costruttivo, l’opposizione aggiunge: "Cogliamo, inoltre, l’occasione per esprimere sgomento e preoccupazione per la mancanza di senso di responsabilità di chi, in un momento di tensione come quello che stiamo vivendo, anziché contribuire alla costruzione di un dialogo sereno getta benzina sul fuoco ottenendo come unico risultato l’ulteriore avvelenamento del clima politico e sociale.
Auspichiamo inoltre che  i rappresentanti dell’amministrazione comunale,ed in particolare il sindaco Bortone, assumano una posizione chiara ed inequivocabile rispetto a tali comportamenti  che riteniamo gravissimi per le conseguenze che possono provocare".

 

I consiglieri comunali di opposizione

FORZA CAMEROTA-PDL: Ciro Troccoli, Massimiliano Coppola, Francesco Leo

INSIEME CAMBIERA’: Antonio Romano, Mario S. Scarpitta


Giova ricordare per dovere di cronaca che non più tardi di 24 ore fa, l’opposizione aveva espresso solidarietà nei confronti degli amministratori e dei collaboratori della maggioranza finiti  nel mirino di vignettisti anonimi. "Prendiamo atto che la stessa solidarietà non è arrivata  da nessun componente della maggioranza, quando ad essere attaccati personalmente sono stati rappresentanti dell’opposizione".
Di seguito riportiamo il testo integrale della mozione presentata dai gruppi consiliari di opposizione:


MOZIONE D’ORDINE
Oggetto: solidarietà al presidente della Provincia di Salerno
I sottoscritti consiglieri comunali di opposizione del comune di Camerota ai sensi dell’art. 40 del regolamento del consiglio comunale chiedono al consiglio di comunale di esprimersi sui seguenti fatti:
in data 24 novembre 2009 il parroco Don Gianni Citro per mezzo di una intervista televisiva rivolgeva gravi accuse al presidente della Provincia di Salerno, On. Edmondo Cirielli. Il contenuto delle dichiarazioni del predetto sacerdote oltrepassava i limiti del legittimo diritto di critica, allorquando le stesse non potevano più essere ricondotte nell’alveo delle valutazioni politiche sull’operato del Presidente Cirielli (sulle quali pure avremmo molto da contestare) ma divenivano vere e proprie offese personali rivolte ad un esponente politico eletto democraticamente dai cittadini salernitani.
Affermazioni gravi ed inaccettabili soprattutto se si considera che le stesse venivano proferite da chi dovrebbe essere per la funzione sacerdotale che svolge esempio di dialogo e convivenza pacifica e rispettosa e ancor di più se il rispetto viene richiesto per un autorevole rappresentante delle istituzioni pubbliche.
I toni delle dichiarazioni di cui si parla evidenziavano non già una contrarietà riguardo la gestione da parte della Provincia di Salerno di aspetti importanti della vita dei cittadini quali ad esempio  l’occupazione, la viabilità, il turismo, le politiche sociali, i trasporti, la pianificazione del territorio, ma la mancata conferma di contributi per manifestazioni direttamente gestite da Don Gianni Citro. Tali eventi  hanno subito un ridimensionamento dovuto  alla crisi finanziaria nella quale versano attualmente gli enti pubblici, compresa la Provincia di Salerno, e non certo a volontà di dare luogo a vendette e ritorsioni nei riguardi di chiunque.
Al contrario i sottoscritti consiglieri comunali appartenenti ai gruppi consiliari "Forza Camerota- Pdl" e "Insieme Cambierà" esprimono pieno apprezzamento per l’opera fin qui svolta dal presidente della Provincia, On. Edmondo Cirielli, il quale ha già dimostrato massima attenzione per i problemi del Cilento e del territorio di Camerota. Basti pensare a temi importanti come la messa in sicurezza della variante alla statale 18, al finanziamento per la messa in sicurezza in zona Mingardo nelle zone interessate dalle mareggiate ( problema rispetto al quale il sindaco Bortone non è mai voluto intervenire nemmeno con decreto d’urgenza). Anche in riferimento al finanziamento alle realtà associative del territorio cilentano, l’amministrazione provinciale, per volontà del presidente Cirielli, ha voluto inaugurare una stagione nuova, promuovendo misure di sostegno a gruppi di associazioni capaci di sviluppare progetti comuni. In tal modo si è dato un contributo concreto allo sviluppo di politiche di aggregazione e  collaborazione tra soggetti associativi andando cosi in controtendenza rispetto al passato quando i contributi erano erogati solo a poche associazioni privilegiate.
Chiediamo dunque al consiglio comunale- ed in particolare ai consiglieri comunali che si riconoscono nel Popolo della Libertà e nel centrodestra-  di approvare la seguente mozione d’ordine con la quale si intende esprimere solidarietà al presidente della Provincia, On. Edmondo Cirielli, per gli attacchi gratuiti ricevuti in ragione del proprio impegno politico teso ad eliminare privilegi e  prebende maturate negli anni della gestione Villani.

Camerota lì 12/12/2009


I consiglieri comunali M. Coppola, F. Leo, C. Troccoli, A. Romano, M. S. Scarpitta

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019