Come nelle favole, da dottore in farmacia, è stato trasformato in ciuccio

Infante viaggi

Voci concitate si susseguono da domenica sera circa una particolare omelia che avrebbe fatto il parroco don Gianni Citro durante la messa del pomeriggio.  I personaggi che pare abbiano interessato l’attenzione del parroco, e che sono entrati a far parte di un Vangelo tutto nuovo, sono stati, a quanto dicono, almeno tre. "Un piccolo uomo con la velleità di fare il sindaco", "una laureata in lingue, insegnante di sostegno, ministro di Dio senza vergogna" e un dottore che è "un asino senza orecchie". Anatemi dal pulpito della chiesa di Camerota, sarebbero volati soprattutto contro il farmacista di Lentiscosa, Massimiliano Coppola, il quale è consigliere di opposizione al comune di Camerota. In un’intervista ci parla della vicenda, ancora fumosa, ancora tutta da chiarire, Massimiliano Coppola.

In giro corre voce che il sacerdote don Gianni Citro domenica durante la messa, abbia fatto un’omelia particolare che, pare, l’abbia riguardata
Finora esistono solo delle voci, per cui i miei legali hanno deciso una linea difensiva che consiglia di non espormi a dichiarazioni, fino a quando non verranno raccolte le prove testimoniali che mi permetteranno di adire alle vie legali.  Per cui per qualsiasi cosa, gradirei fosse ascoltato il mio avvocato, Suadoni, che può rilasciare tutte le dichiarazione che riterrà opportuno fare, per mio nome e conto. Ci tengo però a precisare che qualsiasi possa essere stata la risposta del sacerdote don Gianni Citro nei miei confronti, l’antefatto è noto, è di dominio pubblico ed è relativo ad una mozione d’ordine da me presentata il 12 dicembre, durante il Consiglio Comunale, che ho presentato in forma scritta, verbalizzata, e che può essere in qualsiasi momento vista e che non contiene nessun elemento di offesa nei confronti del sacerdote don Gianni Citro. La mozione riporta solo un fatto successo e che è di dominio pubblico, riportato peraltro da un’emittente televisiva, che si riferisce ad un’intervista offensiva nei confronti del Presidente della Provincia, Cirielli. Il mio intento era esclusivamente e squisitamente di carattere politico: chiedere all’intero Consiglio Comunale la solidarietà per il presidente Cirielli. Non voleva essere rivolta quella mozione ad offendere don Gianni, ma semplicemente è stata una richiesta al consiglio comunale di solidarietà al presidente della Provincia che è il rappresentante in capo di una istituzione che rappresenta tutti i comuni della provincia di Salerno, incluso il nostro.

Ma questa necessità dell’opposizione di portare una mozione d’ordine di questo genere al Consiglio Comunale, valuta un coinvolgimento di don Gianni Citro con questa amministrazione ?

Io preferirei non riferirmi alle supposizioni, piuttosto ai fatti. Il fatto politico, che è quello che mi interessa di più, è la sua appartenenza  ad una schiera politica ben definita, in quanto notoriamente tesserato al Partito Democratico. Per quel che riguarda i suoi rapporti con l’amministrazione comunale, beh, esistono delle linee guida dell’opposizione – opposizione congiunta tra i due gruppi di minoranza, tra l’altro – che non ci permettono di sconfinare oltre il dovuto fatto politico,  per cui preferirei evitare di rispondere a questa domanda.

  • Assicurazioni Assitur

Ma lei si è infuriato quando ha saputo di queste presumibili dichiarazioni di Don Gianni? Qual’ è stata la sua reazione quando le è stato riferito che l’avrebbe definito “un asino senza orecchie”?

Io ho raccolto nel frattempo un po’ di testimonianze verbali, le accuse sarebbero addirittura più gravi. Pare abbia detto che la mozione d’ordine non è stata scritta di mio pugno, ma qualcuno l’ha scritta per me, in quanto io sono un "ciuccio" e quindi non in grado di scrivere una semplice mozione d’ordine…Non mi definisco arrabbiato semplicemente per il fatto che non mi riconosco nel personaggio che ha descritto, presumibilmente, durante l’omelia. Comunque, ci tengo a sottolineare, che si tratta di supposizioni, per il momento, sono voci, in merito alle quali preferirei constatare la veridicità di queste dichiarazioni fatte dal sacerdote, per poi adire alle vie legali.

Assicurazioni Assitur