Caos autovelox, un cittadino: «Ho preso 20 multe andando a 85 chilometri all’ora»

Sembrano non arrestarsi le polemiche sui dispositivi, vero terrore degli automobilisti, che puntano a fare da deterrente all’alta velocità in strada. L’autovelox in questione è quello installato tra Agropoli nord e Agropoli sud lungo la strada provinciale Cilentana che ha fatto un’altra «vittima». N.F. ha scritto all’avvocato Giuseppe Russo, di Noi consumatori, che sta seguendo da vicino la questione, raccogliendo i tanti ricorsi degli automobilisti multati. Il legale ha condiviso la lettera sulla sua pagina social. «Ho difficoltà a vivere, esco alle 4 del mattino per 35 euro al giorno. – si legge – Ho avuto 20 verbali. Andavo a 85 km all’ora, mi vergogno di essere italiano. Lavoro da quando ho 10 anni. Con sacrificio pago tutti i tributi e le tasse, sono scoraggiato, questo è un paese dal quale dobbiamo solo andar via». Il micidiale autovelox ha fatto registrare cifre da capogiro. Nel corso del consiglio comunale di fine novembre nel municipio di Agropoli, l’amministrazione Alfieri ha reso noto i numeri esorbitanti del marchingegno che fa tremare gli automobilisti: 48.717 multe elevate per un totale di 7 milioni e mezzo di euro. I soldi sono andati a finire tutti nelle casse dell’ente guidato da Alfieri. La situazione è stata impugnata dall’avvocato Giuseppe Russo e dall’associazione ‘Noi consumatori movimento anti-equitalia’ che mesi fa ha consegnato un dossier con tutti i documenti dei cittadini, per «fare invalidare tutti i verbali». 

©Riproduzione riservata