Capaccio, 2 milioni e mezzo per la messa in sicurezza delle strade principali del capoluogo

di Antonio Vuolo

Al via stamattina, lunedì 4 aprile, nuovi interventi di messa in sicurezza del territorio nelle aree che presentano elevato rischio di frana. I lavori, dal valore di 2 milioni e mezzo di euro, finanziati dal Ministero dell’Interno, riguarderanno le strade principali di Capaccio Capoluogo. Si tratta, in particolare, di via Cupone, via Chiusa di Leone, via Rodigliano, via Giovanni Paolo II, via Luca, via Francesco Sabia, via Fontana Nuova, via Monticello.

I lavori consistono nel rifacimento di tutte le opere necessarie per garantire la corretta regimentazione delle acque meteoriche, nei tratti interessati dai fenomeni di dissesto, con l’obbiettivo finale di mitigare il rischio idrogeologico da frana che attualmente incombe sui vari assi viari. Tutte le arterie stradali oggetto di intervento saranno ripristinate mediante il rifacimento del manto stradale.

«Parte oggi l’ennesimo intervento di messa in sicurezza e riqualificazione delle strade comunali – dichiara il sindaco Franco Alfieri – Stavolta, oltre al rifacimento del manto, c’è da fare per alcuni tratti un lavoro più delicato. Capaccio capoluogo avrà finalmente una viabilità davvero adeguata, dignitosa. E non solo: questi interventi si inseriscono in un progetto di valorizzazione ben più ampio di questa parte del territorio comunale. Abbiamo già avviato e stiamo avviando a Capaccio Capoluogo lavori necessari, di importi notevoli, che incidono sulla qualità della vita delle persone e creano una precondizione di sviluppo e di progresso».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019