Capaccio Paestum, alteravano auto per rivenderle a prezzo maggiore

I carabinieri della Stazione di Capaccio Scalo, in seguito al servizio del programma televisivo “Striscia la Notizia”, hanno denunciato in stato di libertà due cittadini responsabili in concorso fra loro di frode in commercio e truffa. Nel corso di approfonditi controlli sulle automobili presenti nell’auto-rivendita di Capaccio Paestum e sulla relativa documentazione è stata rilevata l’alterazione dei chilometraggi delle automobili, ricostruendo quanto accaduto: i responsabili, dopo aver acquistato le autovetture, inscenavano una revisione, il più delle volte appositamente anticipata, nel corso della quale veniva modificato il contachilometri delle automobili, riducendo di molto il chilometraggio, con la finalità di accrescerne il valore commerciale e aumentare il prezzo finale di vendita.

©Riproduzione riservata