Capaccio, rapinarono in tre un supermercato: ognuno di loro dovrà scontare 2 anni e 20 giorni

I tre ucraini, che lo scorso 8 ottobre hanno rapinato un supermercato di Capaccio, sono stati condannati dai giudici della terza sezione penale del tribunale di Salerno a scontare una pena di due anni e venti giorni. Il bottino valeva pochi euro, in quanto si tratta di una semplice tanica di vino di qualche litro. Il fatto invece grave è che il commerciante fu minacciato con un coltello. Sfoderato dopo che uno dei tre aveva chiesto al malcapitato 100 euro. Il trio dei delinquenti era difeso dall’avvocato Anna Amato, ma a poco sono servite le dichiarazioni di difesa durante il rito abbreviato di ieri. L’ucraino che pretendeva il denaro sosteneva di aver eseguito dei lavori all’interno del supermercato e di non essere stato pagato. I tre, comunque, sono rimasti in regime di custodia cautelare in carcere, dopo che il tribunale ha diminuito la pena di tre anni prevista dal pubblico ministero.