• Home
  • Cronaca
  • Terreno confiscato alla camorra consegnato all’associazione “Verso la vita”

Terreno confiscato alla camorra consegnato all’associazione “Verso la vita”

di Redazione

Questa mattina, il sindaco di Capaccio Paestum, Pasquale Marino, ha ufficialmente consegnato al presidente dell’Associazione "Verso la Vita" Onlus, Fausto Sabia, un terreno confiscato alla camorra di oltre 12mila mq, sito in località Chiorbo-Caiarda. Il vasto appezzamento agricolo, completamente incolto e privo di fabbricati, si estende immediatamente a ridosso della collina del Capoluogo. Fu sottratto e confiscato dalla Prefettura di Salerno, nel 2004, ad esponenti locali della malavita organizzata, per poi essere consegnato al Comune di Capaccio Paestum, il quale, con apposita delibera di Giunta, lo assegnò all’Associazione "Verso la Vita" al fine di utilizzarlo a scopi socialmente utili, visto che la stessa funge da centro di ascolto per offrire accoglienza, recupero, assistenza alle famiglie, orientamento e reinserimento lavorativo a soggetti tossicodipendenti.

Il terreno, però, fu occupato all’epoca da un agricoltore capaccese, C.D.R., in possesso di una licenza demaniale che, subito dopo la confisca, non fu più rinnovata dagli organi competenti. Nonostante ciò, l’agricoltore ha continuato ad occupare abusivamente il terreno nonostante un’ordinanza di sgombero del 2006, cui non fu mai data esecuzione. A seguito di tale reticenza da parte dell’agricoltore abusivo, il sindaco Marino ha così disposto l’immediata applicazione dell’ordinanza attraverso lo sgombero coatto, eseguito stamane dagli agenti della Polizia Locale di Capaccio, coordinati dal comandante Antonio Rinaldi, e dai carabinieri della stazione di Capaccio Capoluogo, diretti dal m.llo Vito De Cesare, che hanno recintato l’area apponendo i sigilli.

"Finalmente i giovani e gli ospiti dell’associazione ‘Verso la Vita’ – ha commentato il primo cittadino capaccese Pasquale Marino – potranno usufruire di un’area dove trascorrere il proprio tempo libero dedicandosi ad attività di coltivazione, agricole, ludiche e per organizzazione manifestazioni benefiche e sociali all’aperto, restando lontani da tentazioni pericolose reinserendosi, in maniera laboriosa e proficua, nella società. Abbiamo voluto dare un chiaro segnale di legalità e rispetto delle istituzioni, sgomberando l’area da occupanti abusivi per destinarla a scopi sociali preziosi per i cittadini in difficoltà e per tutta la nostra comunità, facendo nostra la lotta alla criminalità organizzata in tutte le sue forme".

Presenti, nell’occasione, anche il vicesindaco ed assessore alle Politiche Sociali, Lorenzo Tarallo, e l’assessore ai LL.PP. ed Ambiente, Roberto Ciuccio, che hanno sottolineato l’importanza della destinazione del terreno ad attività utili al fine del reinserimento sociale di persone disagiate, evidenziano la costante attenzione dell’Amministrazione civica in tal senso e per quanto concerne il rispetto della legalità sul territorio.

Il presidente dell’Associazione "Verso la Vita", Fausto Sabia, ha ringraziato vivamente il Sindaco, gli amministratori comunali e le forze dell’ordine, illustrando alcune delle possibili iniziative attuabili sul terreno ricevuto in affidamento.

Per richieste di aiuto e per coloro che volessero contattare il centro di ascolto "Verso la Vita" di Capaccio (www.versolavita.org), basta telefonare allo 0828.728076 (il centralino è attivo 24 ore su 24) oppure mandare un’e-mail all’indirizzo info@versolavita.org

Comunicato ufficio stampa del sindaco di Capaccio

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019