Carabinieri, maresciallo del Cilento nei guai: divieto avvicinamento moglie

Una serie di atti persecutori nei confronti della moglie dalla quale si starebbe separando. Con l’accusa di stalking un maresciallo dei carabinieri, in servizio presso una caserma del Cilento, è finito nei guai. L’uomo è stato raggiunto dalla misura cautelare personale di divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna. Il provvedimento è scattato a seguito delle indagini condotte e coordinate dalla procura della Repubblica di Vallo della Lucania alla quale la donna si è rivolta per chiedere aiuto. Il maresciallo ora dovrà difendersi dalle accuse. Nel fascicolo d’indagine aperto dagli inquirenti ci sarebbero diversi episodi che ora sono finiti proprio al vaglio degli 007 cilentani. Non accettando la fine ormai prossima del loro rapporto, il maresciallo avrebbe iniziato a perseguitare la donna, attraverso telefonate e messaggi, ma anche con appostamenti e pedinamenti. Risvolti del caso potrebbero giungere già nelle prossime ore.

©Riproduzione riservata