Casal Velino, nel ponte malconcio cresce un albero

di Marianna Vallone

Un giovane pino Mediterraneo spunta dall’asfalto del ponte sul fiume Alento, tra Casal Velino ed Ascea, sulla strada provinciale Sp 161 che ora risulta interdetta ad autobus e camion e percorribile solo dalle automobili. Il divieto è in via precauzionale per i necessari sopralluoghi. Il pino, intanto, ha messo radici quasi a metà del ponte malridotto, realizzato in cemento armato, che ora ha superato il metro di altezza e che cresce indisturbato già da qualche anno.

Il caso è stato portato all’attenzione grazie ad un post, ironico ma non troppo, scritto da un architetto del posto, Gianluca Astore, che su Facebook aveva scritto: «Qual meraviglia sul fiume Alento, un ardito fusto, senza contegno, trae nutrimento dal vile cemento. Nascosto agli occhi degli ingegneri provinciali, Ignorato da distratti amministratori comunali, l’ albero silente, testimone vivente di un paese Che ha poca attenzione, Che non fa prevenzione, Che non fa manutenzione. Certo ci si potrebbe vantare del “bosco orizzontale” cosi come fa Milano col “bosco verticale” ma Genova non la si può dimenticare».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019