Casal Velino, scoppia la polemica sul web: «Ho due figli disabili e non ho mai avuto problemi»

L’estate è ormai agli sgoccioli, ma in questi ultimi giorni di mare le polemiche si sono fatte ugualmente sentire. Uno dei temi principali, affrontato sia da oppositori che sostenitori, si riallaccia al fatto che non tutte le spiagge presentino delle strutture idonee al fine di renderle perfettamente accessibili anche a persone disabili. Il comune di Casal Velino, in particolare, rientra pienamente nel fuoco del dibattito. Da un lato si schiera chi sostiene che le pedane risultino inadeguate e che non facilitino per niente l’accesso alla spiaggia. Una signora, giorni fa, denunciava: «Per i disabili non c’è nessunissima attrezzatura e sulla spiaggia principale, quella che ha ricevuto la bandiera blu, non c’è niente». L’errore che viene sottolineato particolarmente è quello di pensare che l’accessibilità di una spiaggia si limiti alla presenza di una passerella che colleghi lo stabilimento alla spiaggia. La questione sembrerebbe essere un po’ più complessa in quanto esistono una miriade di altre strutture oltre alla passerella. Anche se, in primo luogo, il reclamo accusava l’amministrazione comunale di non aver allungato la pedana fino al bagnasciuga. Così, mentre il sindaco risponde a quelle che a sua detta sembrerebbero delle ‘offese’, dall’altro lato c’è, invece, chi presenta un notevole apprezzo per le posizioni e le manovre emesse dal comune nei confronti dei disabili. Intanto che sul web la diatriba si fa sempre più vivace spicca il racconto di G.D.L., padre di due figli disabili, il quale ribatte di non aver mai incontrato nessun tipo di problemi sulle spiagge di Casal Velino.

«Per mia fortuna e per la mia esperienza ultra quinquennale, con due figli diversamente abili, in questo meraviglioso paese non ho mai avuto problemi, e anche quest’anno 2015 con questa forte mareggiata, era scomparsa la spiaggia dove noi, purtroppo per 15 giorni frequentiamo, non era per niente accessibile volevo raccontarvi in breve quello che mi e successo. Arrivo a Casal Velino Marina il pomeriggio 17/7 /2015 mi accorsi subito che il mare aveva spazzato via tutta la spiaggetta dove di solito stiamo noi ‘stessa Spiaggia stesso mare stessi Amici’, e ci attivammo subito con gli amici di Casal Velino, un giro di telefonate e ci attivammo per rintracciare l’Assessore al turismo, Angelo Crescenzo, dove subito ci fu un’intesa e una disponibilità eccezionale spiegandogli il notevole disagio, non solo per l’accesso alla spiaggia, ma anche per il grosso scalino cretosi per l’accessibilità sia alla spiaggia che al mare stesso, cosi sabato mi misero in contatto con l’Assessore , Angelo Crescenzo, prendemmo un appuntamento per un sopralluogo sulla spiaggetta e ricordo benissimo le testuali parole dell’assessore “mi spiace non poterla accontentare subito anche perché oggi e sabato domani domenica, quindi e molto difficile, ma le prometto che lunedì 20/07/2015 provvederemo sia per il grosso gradino, che per la passerella per l’accesso al mare. Oramai ci eravamo abituati a quella spiaggetta se era possibile in quel punto da me indicato. Cosi come per magia il giorno 20/07/2015 ore 08,00 circa ancora assonnato mi bussano alla porta per recarmi a vedere il lavoro che stavano effettuando, cosi in una giornata e mezza hanno risolto il problema dell’accessibilità alla spiaggia. Da premettere che non ho mai conosciuto personalmente il Sindaco Pisapia, e la mia e una semplice testimonianza per l’accaduto nel bellissimo mare e spiagge di Casal Velino, e ringrazio ancora una volta l’assessore, il sindaco e tutta l’amministrazione comunale».

©Riproduzione riservata