Casalbuono, quattro cuccioli intrappolati sotto un container: salvati

di Pasquale Sorrentino

Una chiamata d’aiuto e parte la macchina della solidarietà: 4 lattanti orfani intrappolati sotto ad un container sono in salvo grazie alla cooperazione tra Qua la zampa effe ODV, due cittadini sensibili, la veterinaria Salluzzi ed il servizio di accalappiamento della ASL. Sono bastate poche parole: ‘Mi hanno portato una cagnolina in lattazione che è morta’ per innescare una catena di solidarietà.

Rimasti intrappolati sotto ad un container dove la mamma – una piccola cagnolina randagia di Casalbuono – li accudiva, quattro cuccioli non sanno di aver rischiato la vita!

La piccola mamma è stata trovata morente stamattina e non ha piu potuto accudirli.
Con l’afa di oggi c’era poco tempo perché i cuccioli non si disidratassero.

Così i volontari di Qua la zampa effe odv e i cittadini si sono messi subito alla ricerca dei cuccioli.
Individuati grazie al suono del loro pianto, il recupero non è stato affatto facile.

La tana era ubicata sotto ad un container e ci sono volute ore per riuscire a raggiungerli costruendo un sistema di manici e retini per poterli portare in salvo.

Preziosa la collaborazione di due ragazzi sensibili che hanno fattivamente lavorato al recupero.

Sopraggiunto a dare una mano anche il servizio di accalappiamento della ASL.

I cuccioli sono stati presi in carico da Qua la zampa effe odv e dopo lo svezzamento e le profilassi sanitarie saranno affidati.

Per evitare il ripetersi di situazioni di grave pericolo ricordiamo a tutti i cittadini che i cani abbandonati vanno segnalati alla polizia municipale, al servizio veterinario della asl ed ai volontari per poter porre in atto le opportune azioni.

Ricordiamo inoltre l’importanza della sterilizzazione dei cani di proprietà.

Un cane è per sempre e non va adottato in base al desiderio del momento ma pensando a come cambierà la vita familiare per i 15 anni a venire, se si ha tempo e risorse adeguate per occuparsi dei suoi bisogni e delle sue esigenze.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019