Caselle in Pittari, torna “Fiori alle porte”: l’art performing festival tra ricerca e bellezza

di Redazione

E’ giunto alla sesta edizione il festival Fiori alle porte che si terrà dall’ 11 al 13 agosto 2022 nell’antico borgo di Caselle in Pittari. Un progetto contemporaneo che si affianca alle nuove tendenze e che ricuce rapporti con il passato coinvolgendo bambini, adolescenti, famiglie, anziani e artisti che fiduciosi in un nuovo mondo debbono necessariamente sentirsi parte di esso e al servizio della Comunità. Frutto di un lavoro di ricerca, dell’artista Ramona Pisano, tra i documenti e le testimonianze dei diretti interpreti di quegli anni, la manifestazione restituisce in forma scritta, narrata e visuale ciò che si tramanda solo oralmente e ormai soltanto in ambito familiare e privato.

La tradizione ri fiuri” dove donne, uomini, musicanti, poeti e cantanti del tempo esternavano le proprie emozioni attraverso rime, stornelli, proverbi, ingiurie e corteggiamenti musicati nelle antiche serenate casellesi. L’arte non solo ridà luce al centro storico ma diffonde la poesia alle nuove generazioni sulle vecchie porte “ri stieri” e nei vicoletti dell’ antico borgo di Caselle in Pittari dove opere pittoriche e frasi trascritte già raccontano l’arte fuori da ogni schema.

Il tema della sesta edizione del festival è il filo che rappresenta sia la dimensione temporale che i rapporti, ovvero i legami con il contesto di appartenenza sia ambientale che umano. La questione del tempo è indagata in senso diacronico (lo scorrere del tempo) e sincronico (il confronto generazionale) esplicata attraverso lo svolgersi del filo, che verrà utilizzato come elemento principale nelle composizioni artistiche e nelle installazioni. Grazie alla collaborazione con l’ associazione culturale Sab kuch Milega l’atto creativo verrà stimolato da processi di attivazione teatrale e mindfulness condotti dal maestro napoletano Gianluca Guarino incentrati sul teatro di ricerca e sulle sperimentazioni teatrali Sab kuch milega.

La figura del banditore, prevista all’interno del progetto, riporterà la comunità in un clima di precedenti vissuti che appassionerà e troverà appoggio nei sentimenti delle persone più anziane del paese in memoria dell’indimenticabile ultimo bannista di Caselle in Pittari Minicuccio u’ mulinaro.

Il Performing Arts Festival Fiori alle Porte è patrocinato dal Comune di Caselle in Pittari con coopartecipazione alle spese dell’associazione Sab kuch milega. Gli artisti offrono il loro contributo gratuito in ragione del forte legame con il direttore artistico Ramona Pisano che persegue una mission culturale di elevato spessore umano e mossa da un sentimento di appartenenza e riconoscenza verso il proprio territorio ricco di magia e ospitalità..

Obiettivi:

• Promuovere l’arte come libera espressione dell’individuo.
• Generatività: il tema e il contesto scelti per la manifestazione metteranno in contatto i piú giovani con gli abitanti piú anziani del “paese vecchio” depositari della memoria storica casellese e restituiranno alla comunità quanto appreso attraverso performance artistiche e azioni di arredo urbano.
• Raccontare il vissuto e reinterpretare la tradizione facendo vivere ai casellesi che vi abitano in modo diverso le vie e le piazze del centro storico e facendo scoprire la tradizione e la cultura casellese a chi vi arriva; •Offrirsi come ponte di comunicazione e espressione del bello della comunità •Puntare un faro sulle bellezze e le attrattive turistiche che il territorio offre.
• Diventare un occasione annuale per ricucire rapporti umani e di socializzazione •Sviluppare il concetto di residenza artistica, creando luoghi e lasciando tracce che diventino occasione di scambio e crescita individuale e della comunità.
• Rivalutare le stradine adiacenti alle strade principali del borgo con percorsi d’arte

Programma:
Street Art;
Gessetti;
Live painting di porte e muri;
Laboratori esperienziali:
Riciclo creativo;
Arredo urbano;
Ecoprinting;
Art t-shirt;
Laboratorio di lettura e composizione artistica “il filo magico”; SperimentaAzioni teatrali skm:
Poesia;
Teatro;
Mindfullness
Viviamo la natura: l’importanza  del conoscere e vivere il contesto naturale nel processo di crescita attraverso l’arte e l’incontro; Workshop di allestimento scenografico e mostra itinerante con reading “ri fiuri”; Percorso street art e Istallazioni; Tutto sarà accompagnato da musica di oggi e di ieri con canti, proverbi, musica e stornelli;

Per info scrivi a sabkuchmilega@libero.it Segui la pagina al seguente link: https://www.facebook.com/Artsperformingfestival/

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019