Castellabate aderisce al Dantedì, Maiuri: «Diffondiamo la Divina Commedia»

di Antonio Vuolo

Il Comune di Castellabate aderisce al Dantedì per divulgare e valorizzare la lingua italiana, attraverso l’affissione di manifesti dedicati ai 700 anni dalla scomparsa del Sommo Poeta. In occasione del Dantedì, la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri, si vedrà il susseguirsi di tantissime iniziative in programma in tutta Italia, nel rispetto delle norme anti-contagio.

L’amministrazione di Castellabate non manca all’appello e, per il 25 marzo data in cui presumibilmente ha inizio il viaggio nell’aldilà raccontato nella Divina Commedia, diffonde le terzine dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso.

Il sindaco facente funzioni, Luisa Maiuri, commenta così il lancio del messaggio culturale: «Il Covid purtroppo pone un freno ai programmi delle manifestazioni culturali e bisogna, per questo, reinventare le modalità di condivisione delle iniziative. Quest’anno Castellabate decide di diffondere il patrimonio culturale dantesco, attraverso le terzine memorabili della Divina Commedia, frasi universali che rappresentano al meglio la poesia e la letteratura italiana».

©Riproduzione riservata