• Home
  • Comuni
  • Castellabate
  • Castellabate, anziani e disabili gravi senza assegni di cura: situazione sbloccata dopo anni

Castellabate, anziani e disabili gravi senza assegni di cura: situazione sbloccata dopo anni

di Antonio Vuolo

Finalmente dopo diversi anni si è riuscito a garantire l’assegno di cura a tutte quelle persone che ne avevano diritto. Si tratta di un sostegno economico a favore delle famiglie che assistono in casa propria un anziano non autosufficiente o un disabile. Molte persone nel nostro comune purtroppo, pur avendone diritto in quanto allettate e con grandi difficoltà deambulatorie, non lo ricevevano più.

Grazie ai diversi impegni economici erogati dal Comune in favore del Piano di Zona S8 come arretrati della quota di compartecipazione delle annualità 2015-2020, è stato possibile richiedere il pagamento delle mensilità del 2020 per gli aventi diritto.

“Devo complimentarmi con gli assessori Maurano e Carbutti che, con determinazione e caparbietà, si sono impegnati per garantire il giusto beneficio economico a sostegno dei più fragili. La nostra amministrazione si è mostrata sempre sensibile e attenta nei confronti di queste problematiche e lo sarà sempre”, afferma il sindaco Marco Rizzo.

“Da tempo coloro che rientravano nell’elenco dei gravi non ricevevano nessun aiuto economico. Grazie ad un’azione di squadra e all’attenzione verso le politiche sociali siamo riusciti a sbloccare una situazione insostenibile. In questi giorni sono arrivate tutte le mensilità del 2020 che serviranno ad aiutare con l’assistenza chi è in difficoltà. Una battaglia iniziata anni e vinta oggi con un lavoro di squadra, dall’Assessore alle Politiche Sociali Marianna Carbutti e all’intera Amministrazione Rizzo che in poco tempo ha dimostrato di avere a cuore le fasce più deboli. Il coordinatore del Piano di Zona ha accolto la nostra proposta e si è impegnato affinchè questo diritto fosse rispettato. Ci auguriamo che sia solo l’inizio di una nuova politica sociale, fondamentale per una società che voglia definirsi civile” afferma l’assessore Luigi Maurano.

“Posso ritenermi finalmente soddisfatta di questa piccola grande conquista nella lunga strada dei diritti civili e pari opportunità. La nostra priorità è supportare soprattutto i più fragili a garanzia delle pari opportunità e sensibilizzare tutti a queste tematiche assai attuali e nevralgiche nella nostra società”, dichiara l’assessore Marianna Carbutti.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019