• Home
  • Attualità
  • Castellabate, un convegno sull’area marina protetta: «Tuteliamola sempre»

Castellabate, un convegno sull’area marina protetta: «Tuteliamola sempre»

di Antonio Vuolo

Si è svolta, nel teatro delle piscine del Villaggio Silvia, splendida struttura balneare, immersa nel verde, a lago di Castellabate una giornata dedicata alla “Tutela dell’area marina protetta” organizzata dall’ASC: Attività Sportiva Confederata del Comitato Regionale Campania, dalla Federazione Italiana Canottaggio Sedile Fisso e patrocinata dalla Scuola dello Sport CONI Campania. E’ stata anche l’occasione per consegnare al Villaggio Silvia la bandiera Blu che, per il 24° anno consecutivo, è stata assegnata al comune di Castellabate.

Erano presenti: Antonio Grilletto giornalista, Marco Mansueto Scuola Regionale dello Sport CONI Campania, Michele Somma Consigliere Regionale dell’ASC, Luigi Boy Direttore dell’ASC, Flavio Meola Sindaco di Montecorice, Dalila Russo Consigliere Comunale di Castellabate, Anna Abbagnale Assessore allo Sport del Comune di Sant’Antonio Abate e Alessandra Clemente già Assessore al Comune di Napoli. Ha moderato il dibattito il giornalista Geppino Riccio.

Nel suo intervento introduttivo il Consigliere Comunale Dalila Russo in rappresentanza dell’intera giunta, portando il saluto del Sindaco Marco Rizzo, si è soffermata sul riconoscimento della bandiera blu assegnata alla cittadina di Castellabate. “Dobbiamo essere orgogliosi delle bellezze in cui abbiamo la fortuna di vivere – ha detto il consigliere al Demanio Dalila Russo – ed è nostro il dovere di tutelarle. Questo riconoscimento prestigioso, renderà più consapevoli noi cittadini del valore di ciò che ci circonda e ci consentirà di rispettare e curare maggiormente i nostri litorali. Grazie alla sinergia tra amministrazione e cittadinanza sarà possibile porre in essere delle azioni mirate alla promozione di un turismo più sostenibile”.

Marco Mansueto della Scuola Regionale dello Sport e Michele Somma Consigliere Regionale dell’ASC si sono soffermati sui temi della giornata.

”Siamo orgogliosi del successo riscosso. Oggi più che mai sostenere queste iniziative significa sostenere il futuro. E tutti hanno dato prova di sentirsi parte di questo progetto. Abbiamo una responsabilità verso le generazioni di domani. Per tale motivo – continua Mansueto – siamo in prima linea, sempre e comunque per difendere la bellezza della nostra terra.”

Molto articolato vario ed interessante l’intervento del Dott. Antonio Grilletto che ha dapprima parlato del tema della giornata, la tutela dell’area marina protetta, per poi ricordare a tutti i segni della Antica Grecia presenti nel comune cilentano anticipando i temi che caratterizzeranno l’evento dei 900 anni della nascita del comune di Castellabate sul quale sta lavorando in prima persona.

“Le aree marine protette nella penisola sono 29 più 2 Parchi Sommersi, ha dichiarato Antonio Grilletto. Quello di Santa Maria compie 12 anni, anche se fin dagli anni settanta scienziati hanno attenzionato questa parte di mare per la particolarità dell’ecosistema e la rarità di talune specie. Anche i Trezeni – continua Grilletto – nel VI secolo A.C. utilizzarono questo fondale come cava per estrarre le colonne che andranno ad edificare i Templi di Paestum.

Il sindaco di Montecorice Flavio Meola ha ricordato che anche il suo Comune è stato insignito della bandiera Blu e che mantenerla per ben vent’anni rappresenta uno sforzo enorme dell’amministrazione comunale e di tutte le forze produttive del circondario.

Alessandra Clemente già assessore al Comune di Napoli e Anna Abbagnale assessore allo sport del comune di Sant’Antonio Abate, hanno richiamato i forti legami affettivi che legano i due comuni napoletani con l’intero territorio cilentano. “Un’occasione per rinsaldare un antico gemellaggio, ha detto la Abbagnale, tra i due comuni nel nome dello Sport.”

Accorato, invece, l’appello dell’assessore Alessandra Clemente che con forza si è rivolta ai giovani presenti in massa alla manifestazione ricordando loro “il futuro che vi aspetta sarà difficile ma siete voi la speranza di tutti noi.”

La giornata si è aperta con l’alzabandiera, l’inno nazionale cantato da tutti, la consegna della bandiera blu al Villaggio Silvia e si è concluso con la benedizione di Padre don Marcellino che ha ricevuto in dono una splendida coppia di racchette da ping pong. Le esibizioni dello staff di animazione della Pegasus Animation che hanno allietato la giornata sono state molto apprezzate dalle autorità e dal numerosissimo pubblico presente.

Tanti “gli atleti villeggianti” presenti nel Villaggio Silvia che durante la settimana, coordinati dal gruppo animazione Pegasus animation”, si sono affrontati nei vari giochi olimpici dal Nuoto alla pallanuoto alle bocce fino alle freccette. A premiarli le autorità presenti.

Il direttore del Villaggio Silvia Antonio Barone ha evidenziato tutta la propria soddisfazione per la riuscita della manifestazione considerando un privilegio aver ricevuto la bandiera Blu dalle massime autorità della cittadina Cilentana come premio al diuturno lavoro delle maestranze del villaggio.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019