Centola, Camerota e Celle di Bulgheria: primi anziani immuni tra attese e disagi

Partite con non pochi disagi le vaccinazioni al centro vaccinale Saut di Palinuro. Ieri mattina un disguido organizzativo ha generato un sovraffollamento di persone nel piazzale antistante l’ingresso. Il presidio è stato individuato dall’Asl per vaccinare gli ultraottantenni dei Comuni di Centola, Camerota e Celle di Bulgheria.

Qualche giorno fa gli incaricati hanno fatto scattare le operazioni. Dai lunghi elenchi estrapolati dalla piattaforma Sinfonia della Regione Campania, sono stati contattati telefonicamente i primi anziani in ordine cronologico di iscrizione al portale. Gli ultraottantenni sono stati informati dell’appuntamento per la somministrazione della prima dose del vaccino Pfizer-BioNTech e convocati per ieri in un arco orario indicativo che si aggirava tra le otto e le nove del mattino. Così è successo che già dalle 7.30, anticipando i tempi, i primi pensionati, accompagnati da familiari e provenienti da paesi diversi del comprensorio, hanno fatto capolino al centro vaccinale.

Tra incartamenti che ancora dovevano essere sistemati, registri da compilare e l’esigua disponibilità di posti dotati di tutte le protezioni per far accomodare gli ultraottantenni in sale d’aspetto, si sono creati disagi e assembramenti. Molti hanno atteso il proprio turno in auto, altri, invece, seduti sui muretti o poggiati ai cancelli, altri ancora in piedi. «Siamo arrivati in orario e in poco tempo all’esterno della struttura ho contato ottanta anziani in fila per essere vaccinati – racconta un cittadino che ha accompagnato il nonno per la somministrazione della prima dose -. C’è stato un errore di convocazione, dovevano essere scaglionati, divisi in blocchi e in fasce orarie differenti ma purtroppo non è stato così».

Per fortuna che il presidio è rimasto sorvegliato dal comando di polizia locale del Comune di Centola, dai volontari della protezione civile Menaica onlus, dai volontari della protezione civile gruppo Lucano di Centola e dalle guardie ambientali. Mentre i caschi bianchi regolavano il traffico e indicavano alle automobili il posteggio migliore per non intralciare il passaggio dei mezzi di soccorso, la protezione civile è rimasta attenta a far rispettare il distanziamento e ad accelerare le operazioni. La prima giornata di vaccinazione al centro Saut di Palinuro si è conclusa intorno alle 16.00. La somministrazione della seconda dose è prevista tra tre settimane, per sabato 27 marzo. Intanto martedì proseguiranno le somministrazioni della prima dose per altri ultraottantenni del territorio.

©Riproduzione riservata