Centola, cemento abusivo: scatta l’ordine di abbattimento

0
765
I carabinieri dei Parchi durante un controllo

Il cemento cola sul Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e l’ente incaricato alla salvaguardia di questo mare e queste colline, continua ad operare a braccetto con i carabinieri. Gli ultimi abusi edilizi sono stati accertati dai carabinieri dei Parchi di Marina di Pisciotta, in località Portigliola, nel Comune di Centola.

Secondo quanto raccolto dagli inquirenti, infatti, è stata riscontrata la realizzazione di un manufatto di circa 8,40 metri per 16, costituito da pilastri, travi e solaio e chiusura perimetrale in muratura di pietra. Inoltre era stato realizzato un ulteriore manufatto con struttura portatane in acciaio e copertura in pannelli di lamiera e due piattaforme in calcestruzzo. Sugli stessi insistono due container, un box bagno e una tettoia in ferro e lamiere. Le opere sarebbero state realizzate in un’area inserita nella zona C2 della perimetrazione del Parco e senza nulla osta. Di qui scatta l’ordine di demolizione delle opere abusive e il ripristino dello stato dei luoghi, firmato dal direttore Romano Gregorio. «Eventuale inottemperanza alla presente ordinanza – si legge nelle carte – costituisce titolo per l’acquisizione gratuita al patrimonio dell’ente dell’area interessata dall’abuso e dell’area immediatamente circostante per una superficie complessiva pari a dieci volte la superficie interessata dagli abusi».

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here