Centola, i contagi salgono a 28: attesi altri esiti. Disposti due screening

di Maria Emilia Cobucci

Salgono a  28 in totale i casi di positività al Coronavirus nel Comune di Centola. Nello specifico sono diciotto le persone positive a Centola capoluogo, sei a Palinuro, due a Foria e due a San Severino. Dato quest’ultimo aggiornato nella serata di ieri dopo l’invio da parte del Dipartimento di prevenzione dell’Asl degli esiti dei tamponi effettuati mercoledì pomeriggio presso l’ambulatorio medico. In attesa degli esiti dei restanti 58 test somministrati ieri, sono state predisposte altre due giornate di screening così suddivise: la prima oggi dalle ore 9 alle 10 e sarà rivolta ai 22 cittadini di Centola, Palinuro e Foria che hanno partecipato alle cure termale a Contursi e la seconda venerdì 29 dalle 14:30 alle 15:30, giorno in cui verranno sottoposti al tampone molecolare 36 cittadini. Tra questi ultimi saranno ricompresi gli alunni della classi II e IV della scuola Primaria di Centola capoluogo, interessata dalla diffusione del virus.

Carmelo Stanziola lancia un nuovo appello affinché venga mantenuta la dovuta calma e non si creino inutili allarmismi che potrebbero generare situazioni di caos tra i cittadini. «Mi vedo costretto a fare appello al senso  di  responsabilità di ogni cittadino a non divulgare notizie non veritiere e soprattutto a non creare allarmismi fuori luogo e senza nessuna competenza – ha dichiarato il primo cittadino in una nota stampa -. Le notizie ufficiali sono in capo al sindaco, quale autorità sanitaria locale e  al capitano della Polizia Municipale Giuseppe Corsaro dallo stesso delegato» ha infine chiosato Stanziola.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019