Centro unico di prenotazione, Cittadinanzattiva: «Il Cup deve essere gratuito»

Una missiva indirizzata ai dirigenti dell’Asl Salerno e per conoscenza al comune di Sapri quella inviata questa mattina, sabato 8 novembre, da Cittadinanzattiva Sapri per denunciare il malfunzionamento del Cup, centro unico di prenotazione  dell’Asl di Salerno rispondente al numero 0899358180. «Le segnalazione registrate dai nostri centri di ascolto lamentano – spiega Cittadinanzattiva Sapri –, in particolare, i tempi lunghi impiegati per effettuare la telefonata della prenotazione, che, in alcuni casi, supererebbe anche i cinque minuti. Durante la chiamata, peraltro a pagamento, oltre alle difficoltà di registrazione, occorre indicare anche il codice a barre, l’eventuale esenzione e i dati relativi all’emissione della ricetta. Le lamentele giungono soprattutto dagli anziani e dalle fasce più deboli: alcuni che utilizzano  il cellulare hanno affermato di aver speso anche qualche euro. Ci sembra superfluo ricordare che, per venire incontro a tali soggetti, sono previste  le esenzioni della partecipazione della spesa sanitaria; esenzioni che rischiano di essere rese vane proprio dal denaro speso per la prenotazione».

«Per i motivi suesposti, si chiede l’eliminazione del call center a pagamento, con l’istituzione di un numero verde gratuito oppure il ritorno al vecchio sistema che prevedeva punti di prenotazione ospedaliera e di distretto: più funzionali e graditi agli utenti» questa la richiesta di Cittadinanzattiva Sapri.