«Ci dà un passaggio?», due minorenni picchiati e derubati in auto da pregiudicato: arrestato

Stavano rientrando da una festa in piazza a Matinella, due minorenni di Albanella hanno chiesto un passaggio a un automobilista per tornare a casa. I fatti risalgono al 4 giugno. Quasi due mesi di indagini serrate da parte dei carabinieri della compagnia di Agropoli che alla fine hanno portato all’arresto del colpevole. Si tratta di un 29enne del posto, pregiudicato. Carmine Cesaruolo è stato arrestato dai militari della stazione di Matinella e del Norm della compagnia di Agropoli, in esecuzione dell’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del tribunale di Salerno. L’accusa è di rapina aggravata. 

Il provvedimento cautelare scaturisce dalle indagini eseguite dalla stazione di Matinella e dal dipendente Norm a seguito della rapina subita il 4 giugno 2015 dai due minorenni di Albanella. Forte la ricostruzione dei fatti. Il 29enne, dopo averli fatti salire in macchina, li picchia e si fa consegnare un orologio e un telefono cellulare, poi li abbandona lungo la strada. I giovani sono stati soccorsi dall’autista di una corriera, che poi li ha riaccompagnati a casa. Immediate le indagini e le misure: Cesarulo deve rispondere del reato di rapina aggravata, dell’aver approfittato delle circostanze di tempo, di luogo e di persona tali da ostacolare la privata difesa. Il 29enne era stato già arrestato a luglio scorso per resistenza a pubblico ufficiale, quando aveva aggredito i carabinieri che lo avevano soccorso dopo aver fatto un incidente con la motocicletta a Rutino.

©Riproduzione riservata