Cilentano freddato con colpi di pistola a Santo Domingo

di Redazione

Ad Agropoli la notizia è di dominio pubblico. Da Santo Domingo si attende solo l’ufficialità ma la foto diffusa dalle forze dell’ordine domenicane, non lascerebbe spazi a dubbi. L’italiano 47enne freddato a colpi di pistola nei giorni scorsi nella Repubblica Domenicana sarebbe proprio un cittadino di Agropoli già noto alle forze dell’ordine italiane, e più volte arrestato nel Cilento per spaccio di sostanze stupefacenti. A Santo Domingo la vittima è stata identificata come Lucas Garofalo, ma questo potrebbe non essere il suo vero nome. Si tratterebbe, invece, proprio del 47enne originario di Agropoli. L’indiscrezione che circola da giorni in città, è ora al vaglio dei legali dei suoi familiari che vivono nella località cilentana, pertanto dovrà essere confermata.

Il 47enne di Agropoli una decina di anni fa si era trasferito nella Repubblica Domenicana per sfuggire ad una condanna definitiva in carcere che avrebbe dovuto scontare per spaccio di sostanze stupefacenti. Ad Agropoli ha lasciato anche una figlia. Dopo il brutale assassinio le indagini sono arrivte ad Agropoli grazie al lavoro degli investigatori domenicani. I militari ci hanno messo poco a scoprire che dai documenti rinvenuti sul cadavere rivenuto dopo la sparatoria non emergeva il luogo di nascita della vittima e che Garofalo, pur essendo in possesso di una carta d’identità per stranieri, e quindi con regolare permesso di residenza nella Repubblica Domenicana, non risultava iscritto Aire. L’omicidio è avvenuto agli inizi di giugno ma solo negli ultimi giorni la notizia ha raggiunto i familiari. L’episodio è avvenuto nei pressi del casello di Las Americas nella Repubblica Dominicana.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019