Cilento, 47enne arrestato per violenza sessuale

di Antonio Vuolo

Cinque anni e 3 mesi di reclusione per un 47enne di Avellino, ma residente da tempo a Capaccio Paestum, per il reato di violenza sessuale. I carabinieri della stazione di Capaccio Scalo e i colleghi di Agropoli, sotto il coordinamento della Compagnia diretta dal capitano Fabiola Garello, hanno dato esecuzione nel tardo pomeriggio di ieri ad un’ordinanza di carcerazione, emessa dalla Corte di Appello di Salerno, a carico dell’uomo, tradotto poi presso il carcere di Vallo della Lucania.

I fatti incriminati risalgono al 2008 e si sono consumati nella vicina città di Agropoli. «Ho seguito la vicenda dal secondo grado in poi. In primo grado il mio assistito era stato condannato a 9 anni in appello invece la pena è stata ridotta», commenta il legale dell’uomo, l’avvocato Antonio Mondelli.

«La verità processuale va rispettata e non si commenta, ma resta il rammarico per alcune risposte che non abbiamo avuto neanche in Cassazione dove era stato superato l’ostico limite dell’inammissibilità del vaglio preliminare della settima sezione. Dubbi e perplessità che personalmente mi restano e mi conducono ad una convinzione diversa da quello che è stato l’esito della particolarissima vicenda processuale. Spero che un giorno questi miei dubbi svaniscono», aggiunge il legale.

«Per tale motivo, nella mia qualità di difensore unitamente alla collega Monica Gregorio, che questa vicenda ha conosciuto prima e meglio di me, staremo sempre attenti a possibili nuovi elementi che potrebbero fare luce sui numerosi punti oscuri di questa triste storia. Il mio pensiero, infine va alla persona offesa di questo processo alla quale voglio semplicemente esprimere la mia completa e totale disponibilità qualora un giorno avrà l’esigenza di affrontare serenamente, scevra da rabbia, un percorso di riconciliazione con il suo passato», conclude Mondelli.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019