“Cilento clean up”, dai giovani l’iniziativa ‘green’ per eccellenza

di Marianna Vallone

Si chiama Cilento Clean Up, il gruppo di giovani nato per rendere sempre più verde il territorio, promuovendo una serie di iniziative finalizzate in particolar modo a rimuovere i rifiuti dalle spiagge e a bonificare i territori maggiormente degradati.

Gli obiettivi dei giovani attivisti ambientalisti cilentani? Pulizia e protezione del territorio, sensibilizzazione ambientale. Lo scorso fine febbraio, per esempio, è stata bonificata una discarica abusiva in località Stagioni, nel Comune di Castelnuovo Cilento. Sono stati raccolti dai ragazzi circa 500 chili di rifiuti tra materiale in plastica, orologi contraffatti e ancora imbustati, scatolette di cibo per cani e gatti, medicine e molti oggetti di neonati. La maggior parte ormai stratificati nel terreno.



Ma i giovani hanno recuperato altri numerosi rifiuti dalle spiagge. E’ successo anche ad Agropoli, lo scorso 20 febbraio, dove insieme ai ragazzi del Forum Dei Giovani di Agropoli e all’amministrazione comunale plastica, vetro e 50 chili di pneumatici, per un totale di oltre 200 chili di rifiuti. Ma anche la riqualificazione della Foce dell’Alento, dalla cui spiaggia sono stati rimossi 978,5 chili di rifiuti.

Un gruppo virtuoso di giovani preoccupati per l’ambiente e convinti sostenitori della raccolta differenziata, destinato a crescere ma soprattutto a fare scuola nel Cilento. Un miracolo ambientale avvenuto in un momento di riflessione per il mondo intero, in cui la natura si è di fatto ripresa una rivincita sulle cattive abitudini che forse, toccano da vicino molto più gli adulti che i giovani. L’associazione, nata prima dell’emergenza Covid, sensibilizza il Cilento anche attraverso dei contributi sui social, ma sempre operando in prima persona.

Per seguirli clicca qui

©Riproduzione riservata