• Home
  • Politica
  • Cilento, Fortunato: «Nessun appello affinché Draghi resti, decidano gli elettori»

Cilento, Fortunato: «Nessun appello affinché Draghi resti, decidano gli elettori»

di Maria Emilia Cobucci

“Chi vuole bene all’Italia, non si appella a Draghi ma agli elettori”. Così Giovanni Fortunato (FdI), sindaco di Santa Marina, che guida nel Cilento i sindaci che chiedono il ritorno alle urne. “Non condivido minimamente l’appello che alcuni colleghi sindaci hanno promosso per sostenere la conferma di Draghi a Palazzo Chigi – dichiara Fortunato – L’iniziativa, proposta secondo un’egida istituzionale, sottende al contrario una chiara volontà politica di parte”. “Si tratta di una sorta di “accanimento terapeutico” – continua il primo cittadino – per mantenere in vita un governo paralizzato da veti e divisioni interne che danneggiano l’Italia e le stesse comunità locali. I sindaci – aggiunge – hanno bisogno di certezze e di un quadro istituzionale capace di sostenere gli sforzi inenarrabili a cui sono chiamati quotidianamente. Quell’appello non è solo sbagliato ma per certi versi “contro natura” visto che la credibilità e la legittimazione dei sindaci nasce proprio dal consenso diretto che ciascuno di loro ha saputo conquistare. È giunta l’ora – conclude Fortunato – che anche a livello nazionale l’Italia possa finalmente confidare in un governo reso forte e autorevole dallo stesso consenso popolare”.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019