Cilento, la seconda vita della tartaruga “Fortunella”: ecco la mappa degli spostamenti

449
Infante viaggi

di Marianna Vallone

Ricordate Fortunella? Era guarita ed è stata rilasciata nel mare di Ascea il 4 ottobre 2019. La tartaruga marina Caretta Caretta liberata lo scorso ottobre nel Cilento, dopo essere stata curata al Turtle Point di Portici in seguito a ferite riportate da una cima che l’aveva intrappolata e che aveva anche in parte ingerito, dopo otto mesi dalla sua nuova vita in mare ecco tutto il percorso fatto.

  • assicurazioni assitur

A spiegare i suoi spostamenti è Sandra Hochscheid, Head of Marine Turtle Research Center della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, Istituto Nazionale di Biologia, Ecologia e Biotecnologie marine sulla pagina ufficiale Turtle Point – Centro Ricerche Tartarughe Marine Portici: «Questo tracking ci ha confermato che la tartaruga utilizza le acque profonde al di là della piattaforma continentale, quindi in mare aperto. Cerca il cibo nella colonna dell’acqua, macroplancton, per la maggior parte meduse, e altro plancton gelatinoso, e nella ricerca fa ampi movimenti in tutto il bacino tirrenico. Nell’inverno è rimasta più al sud (nord Sicilia) per poi riavvicinarsi al largo del Golfo di Napoli nella primavera. Ora è tornata un’altra volta verso il sud. Ogni punto arancione è una posizione GPS».

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro