Cilento, minacce a imprenditore: due arresti

758
Infante viaggi

All’alba, la direzione investigativa Antimafia di Salerno, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Salerno, nei confronti di 2 indagati,  il 52enne Vito De Feo, capo dell’omonimo clan e il 34enne Massimo Romano, attualmente detenuti per altra causa, gravemente indiziati del tentativo di estorsione, con l’aggravante del metodo camorristico, ai danni di un imprenditore lattiero caseario della Piana del Sele. Le indagini condotte dalla Dia di Salerno, integrate dalle risultanze delle intercettazioni telefoniche ed ambientali eseguite nell’estate-autunno 2018, messe insieme alle dichiarazioni di persone informate e dall’analisi di materiale multimediale (chat whatsapp) hanno permesso di ricostruire le minacce e le intimidazioni perpetrate dagli arrestati nei confronti di dipendenti della vittima, ed a quest’ultima dirette, avvalendosi gli autori di modalità tipicamente camorristiche in ragione della loro organicità al clan De Feo.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl