Cilento, ordinanze sindaci contro botti Capodanno: «Nessuno le ha rispettate»

Al tempo dei social network le denunce corrono veloci anche se non finiscono sulle scrivanie degli inquirenti. E allora ecco che dopo la notte di San Silvestro molti internauti hanno messo sul banco d’accusa del web la questione dei fuochi pirotecnici e dei petardi. Nei giorni che hanno preceduto questo ultimo giorno del 2019, molti sindaci del Cilento, infatti, hanno firmato le varie ordinanze, affisse poi nei rispettivi albi pretori degli enti, che vietavano l’utilizzo dei botti per motivazioni che vanno dalla pericolosità per gli esseri umani, ai danni che poi avrebbero provocato agli animali di varie specie o razza.

«Nessuno ha praticamente rispettato queste ordinanze – si legge su Facebook nel primo giorno dell’anno – e i controlli non ci sono proprio stati. Apprezzo di più quei sindaci che le ordinanze non le hanno proprio fatte. Ma che senso ha prendere dal web un’ordinanza vecchia, cambiare la data e il luogo e firmarla se poi non la puoi o non la vuoi far rispettare?».

©Riproduzione riservata