Cilento, poliziotta si toglie la vita con un colpo di pistola alla testa

di Redazione

È stata trovata senza vita una poliziotta cinquantenne ad Altavilla Silentina, in località Cerrocupo. Una morte avvolta nel mistero, ancora inspiegabili sono i motivi per i quali la donna potrebbe essersi tolta la vita. Viveva in un’area rurale con la propria famiglia, molto conosciuta, benvoluta, persona discreta. Lavorava a Potenza, città che raggiungeva ogni giorno per il suo lavoro. Una vita «normale», almeno così racconta chi la conosceva. Invece qualcosa è scattato per un gesto tanto assurdo. Proprio dall’arma di ordinanza, infatti, sarebbero partiti i colpi mortali, approfittando di un momento di solitudine. Nessuno dei familiari immaginava un epilogo tanto tragico.

Ed è stato proprio uno dei familiari, che era andato a farle visita, a trovare il corpo. Per la donna non c’è stata alcuna possibilità di soccorso, perché quei colpi non le avevano dato scampo. Sono scattate immediatamente le indagini, condotte dal capitano Tanzilli e dalla locale stazione dei carabinieri per ricostruire l’accaduto. L’ipotesi più concreta sembra proprio il suicidio. Non vi sarebbero, infatti, tracce di intrusioni o colluttazioni, ma la scena che si è evidenziata era quella di qualcuno che aveva deciso di farla finita. Le indagini e gli elementi rinvenuti sul posto dovranno in ogni caso appurare questa ipotesi. La donna lavorava alla Polizia di Stato di Potenza,
lascia ilmarito e due figli.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019