Cilento, sequestrati 3700 litri di sapone igienizzante

Infante viaggi

La Guardia di Finanza di Salerno – sezione di Agropoli – ha sequestrato 3700 litri di sapone igienizzante “spacciato” per antibatterico. Nel corso di un controllo effettuato in un supermercato del posto, tra i prodotti in vendita, i finanzieri hanno notato diversi flaconi di un detergente la cui etichetta riportava il simbolo di una “croce rossa” utilizzato nella vendita dei “presidi medico-chirurgici”, con riportata anche la funzione igienizzante e antibatterica. Da una prima analisi delle confezioni, i Finanzieri hanno scoperto che il prodotto era stato messo in commercio da un opificio di Pomigliano d’Arco, senza l’autorizzazione sanitaria necessaria per la produzione e la vendita di un qualsiasi presidio medico chirurgico. Le Fiamme Gialle hanno quindi sequestrato 1.326 flaconi da 700 millilitri di sapone e si sono recati presso la società produttrice dove hanno trovato una cisterna in acciaio contenente circa 1000 litri di sapone igienizzante pronto per l’imbottigliamento, 340 flaconi di sapone già confezionato e 32.000 etichette riportanti il logo del falso presidio medico e la falsa funzione antibatterica. Inoltre, sulla base dei documenti di vendita, i finanzieri sono riusciti a risalire a tutti i clienti del produttore, sequestrando altri 2.190 flaconi in un supermercato di Salerno. Il produttore e i due commercianti sono stati denunciati per il reato di “frode nell’esercizio del commercio” e rischiano la reclusione fino a due anni o la multa fino a 2.065 euro.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur