Cilento, sequestrato ristorante abusivo: marito e moglie nei guai

di Redazione

Una nota caffetteria e lounge wine bar, ubicata in via Magna Grecia a Capaccio Paestum, è stata sequestrata dai carabinieri. Gli inquirenti hanno denunciato marito e moglie, titolari del locale, ai quali sono state contestate più violazioni del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia e del codice dei beni culturali e del paesaggi), in particolare l’assenza di qualsivoglia autorizzazione da parte della competente Soprintendenza, in quanto la struttura è ubicata all’interno dell’area sottoposta ai vincoli della legge 220/57 Zanotti-Bianco.

I due, infatti, secondo quanto accertato dai carabinieri di Agropli con l’ausilio dell’ufficio tecnico comunale e dei vigili urbani, avrebbero realizzato, negli ultimi anni, un’area posteriore al locale di circa 300 metri quadri oggetto del sequestro, adibita a sala ristorante e pizzeria, dotata di copertura fissa, grondaie, giardino, bagni, deposito di derrate alimentari e cucina, con divanetti, tavoli e sedie affacciati sul parco archeologico di Paestum. 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019