Cilento, siringhe e sangue alla stazione dei treni: allarme tossicodipendenti

Infante viaggi

Siringhe, involucri di plastica che le contengono e macchie di sangue: è ciò che denunciano i pendolari che ogni mattina frequentano la stazione dei treni di Agropoli-Castellabate, nel Cilento. «Sono due senza tetto che abitualmente entrano in questi bagni, fanno i fatti loro e poi vanno via lasciando questo schifo – afferma un professionista che per lavoro raggiunge il capoluogo di provincia -. Non è possibile andare avanti con questa storia, vedo tanti bambini che entrano in quel bagno ma il pericolo è per tutti, anche per noi adulti». Del caso se n’è già occupata la cronaca locale. «E’ necessario intervenire in modo molto rapido e senza indugiare troppo – aggiunge – questa situazione non va presa sottogamba, sono pericolosi e possono arrecare problemi grossi. Faccio appello alle autorità e alle istituzioni, maggiori controlli».

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro