Cilento, in arrivo week-end più caldo: ecco le previsioni

Sul mediterraneo centro-occidentale è presente un promontorio in quota di matrice africana che si estende fino al Baltico. Al suolo è presente un possente anticiclone con massimi di pressione sull’Europa centrale; una configurazione barica che favorisce la risalita di aria molto calda dall’Africa fin sull’Europa centro-settentrionale interessando direttamente Spagna, Francia, parte della Gran Bretagna, Paesi Bassi e in maniera marginale anche la nostra penisola, specie i settori centrali e settentrionali che affacciano sul Tirreno. Occorre precisare che, sulla nostra penisola, la disposizione delle correnti al suolo è settentrionale e nord-orientale a causa dell’alta pressione presente a nord delle Alpi. E questo determina un maggior riscaldamento sui settori tirrenici grazie alla compressione che subiscono le masse d’aria in discesa dall’appennino.

Solo nelle ore centrali della giornata, il dislivello barico tra la terraferma e il mare favorisce l’insorgere delle brezze che se da un lato tendono a smorzare la calura, dall’altro favoriscono un aumento del tasso di umidità. Nei prossimi giorni assisteremo ad una modifica, ovvero, l’asse del promontorio africano ruoterà leggermente in senso orario interessando più direttamente le regioni centro-settentrionali italiane e in parte anche la nostra regione. Osservando la mappa in basso, prevista per la fine della giornata di venerdì 3 luglio, possiamo apprezzare quanto ho appena detto. Tuttavia sul bordo meridionale, sia dell’alta pressione al suolo che del promontorio in quota, affluirà aria meno calda da est-nord-est, in modo particolare a partire dalla giornata di domenica.