Cinghiali nel Parco del Cilento, Ferraioli: «Interventi rapidi»

di Antonio Vuolo

Con quali adeguate iniziative potrà essere gestito il vagabondare di animali selvatici che si muovono tra i paesi contigui all’area del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano?”. Lo chiede la deputata di Forza Italia, Marzia Ferraioli, in una interrogazione al Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa e al ministro delle politiche agricole, Teresa Bellanova. “Urge una nuova ed adeguata politica di contenimento che certamente non può prescindere da «piani di prelievo selettivi e/o di sterilizzazione». I cinghiali sconfinano dappertutto e non vagano affatto solo tra boschi e monti o nelle sole aree protette. Il fenomeno minaccia l’incolumità di chi vive nei centri abitati e la sicurezza delle strade, troppe volte teatro di incidenti stradali, anche gravi. Un problema che preoccupa e che ingenera il costante abbandono delle aree infestate e delle imprese agricole circostanti. Serve una risposta rapida e un intervento concreto, atto a scongiurare anche la fuga dei tanti giovani che lasciano la terra natia e il lavoro agricolo, sull’onda di insicurezze e di incertezze che recepiscono come noncuranza dello Stato”.

©Riproduzione riservata