Ordine del giorno sulla Sanità

di Rito Ruggeri

La sanità in Provincia di Salerno deve essere autonoma e autosufficiente e soprattutto dimensionata alle esigenze demografiche e orografiche del territorio”. Lo ha detto il Presidente della Provincia, intervenendo al dibattito in Consiglio sull’emergenza sanità in Campania e, in particolare, sulle specificità della Provincia di Salerno. La seduta monotematica sull’argomento si è conclusa con un ordine del giorno, votato all’unanimità, da inviare all’assessorato regionale e al Ministero competente, per sollecitare una politica sanitaria più equa e che tenga conto delle reali esigenze dell’utenza e del territorio. Il documento, elaborato dal consigliere provinciale Costabile D’Agosto, sarà integrato dalla Commissione consiliare delle politiche sanitarie, dando particolare attenzione alla riorganizzazione della rete dell’emergenza e dei distretti sanitari. «Sono estremamente soddisfatto – ha detto Giovanni Baldi, assessore alle Politiche sociali – perché in un clima sereno l’intero Consiglio ha votato un ordine del giorno che ci consentirà di sollecitare la Regione e dare, nei limiti delle competenze della Provincia, una proposta alternativa per la riorganizzazione della rete emergenziale e distrettuale». La volontà di rappresentare la questione sanità in maniera unitaria è stato il filo conduttore del dibattito al quale sono intervenuti i consiglieri: Pasquale Mauri (Udc), Rocco Giuliano(Partito Socialista), Massimo D’Onofrio (PdL), Pasquale Caroccia (Mpa), Cristoforo Salvati (Alleanza per Cirielli), Antonio Pagano (Udc), Fernando Zara (Alleanza per Cirielli), Fausto Postiglione (Sinistra per la Provincia), Massimo Cariello (Rifondazione Comunista), Carlo Guadagno (IdV), Alfonso Buonaiuto (Pd), Sebastiano Odierna (PdL), Costabile D’Agosto (Udc) e Giovanni Fortunato. Nel corso della discussione è stata evidenziata più volte la carenza di risorse finanziarie e, in particolare, il consigliere Salvatore Memoli (Villani Presidente) ha precisato che “c’è un errore di fondo compiuto dalla Regione, ovvero che le spese previste per la sanità in Provincia di Salerno non corrispondono alle reali esigenze del territorio”. Al di là delle competenze proprie della Provincia, per il consigliere Memoli è importante “elevare la voce politica del Consiglio”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019