• Home
  • Attualità
  • Codacons: «Basta disagi e file agli uffici postali dei piccoli paesi del Cilento»

Codacons: «Basta disagi e file agli uffici postali dei piccoli paesi del Cilento»

di Redazione

L’associazione scrive a Poste Italiane e all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni chiedendo la riapertura dei piccoli uffici postali che funzionano ancora a giorni alterni e il rispetto per i diritti dei cittadini, soprattutto, anziani.

«Da tempo si segnalano lunghe file presso gli sportelli di Poste Italiane in molti comuni del Cilento che hanno creato seri e gravi disagi – spiega Bartolomeo Lanzara, presidente del Codacons Cilento – . Da anni si assiste alla chiusura di uffici postali nei piccoli paesi. Oppure, all’apertura, degli uffici postali, a giorni alterni causando serie disagi alla popolazione anziana soprattutto nei mesi invernali. Una situazione divenuta, nel tempo, ormai insostenibile da parte dei  cittadini residenti drammaticamente peggiorata dalla pandemia in atto». 

«A Poste Italiane abbiamo chiesto quali interventi sono stati presi per risolvere le questioni esposte per aiutare la popolazione residente nei paesi a Sud della provincia di Salerno composta di tanti piccoli paesi che si stanno spopolando velocemente anche per mancanza di servizi sul territorio – continua Lanzara – . Inoltre, non si capisce perché nonostante la gravità e urgenza dei disagi dovuta anche alla pandemia in atto, ancora molti uffici postali aprono a giorni alterni invece di aprirli normalmente per garantire i servizi, soprattutto, alla popolazione anziana che è quella più colpita da queste scelte aziendali».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019