Comune del Cilento sospende sperimentazione del 5G

di Redazione

di Antonio Vuolo

Sospensione della sperimentazione del 5G nel comune di Montecorice. Il Comune, che rientrava tra i 120 piccoli centri pilota in Italia per la sperimentazione della rete ultraveloce, ha deciso di opporsi. L’Ente, guidato dal primo cittadino Pierpaolo Piccirilli, ha, infatti, emesso un’ordinanza di sospensione, applicando il «principio precauzionale sancito dall’Unione Europea, prendendo in riferimenti i dati scientifici più aggiornati». Nelle settimane precedenti, anche l’associazione dei consumatori Codacons ha lanciato un appello contro la nuova tecnologia. «Con questa ordinanza – spiegano il sindaco Pierpaolo Piccirilli e il vice Pasquale Tarallo – abbiamo preso una posizione netta nei confronti della sperimentazione del 5G sul territorio comunale di Montecorice che era stata individuata dall’AGI come uno dei 120 comuni italiani nel quale sarebbe dovuto iniziare la sperimentazione. Abbiamo sospeso qualsiasi tipo di attività collegata al 5G finché non avremo chiaro il quadro non solo giuridico ma anche quello del potenziale effetto sulla salute del cittadino».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019