• Home
  • Politica
  • Comune Unico Vallo di Diano. Pellegrino: «La decisione spetta ai cittadini»

Comune Unico Vallo di Diano. Pellegrino: «La decisione spetta ai cittadini»

di Pasquale Sorrentino

Potrebbe tornare un progetto concreto quello del Comune Unico Vallo di Diano dopo le ultime mosse in Regione. Tommaso Pellegrino, consigliere regionale di Italia Viva, rimarca questa occasione. «La decisione spetta ai cittadini, quorum al 50%». Depositata proposta di legge su Referendum Consultivo.

Quello del Comune Unico Vallo di Diano è un tema particolarmente dibattuto da oltre 40 anni e lo si deve all’impegno politico di alcuni rappresentanti istituzionali del Vallo di Diano come il Senatore Enrico Quaranta e l’On. Gerardo Ritorto che con intravidero i vantaggi derivanti dalla fusione di più Comuni aventi omogeneità territoriale, culturale e socio – economica in un’unica identità giuridica. Un progetto che però, per una serie di motivazioni, è rimasto una utopia.

«Nel firmare la proposta di legge sull’istituzione del Comune Unico Vallo d Diano, insieme ai consiglieri Michele Cammarano e Attilio Pierro – ha commentato Tommaso Pellegrino -, abbiamo assunto l’impegno che a decidere siano i cittadini. Per tale motivo ritengo che il quorum al 50% nel referendum consultivo sia imprescindibile”. Il capogruppo di Italia Viva in Consiglio Regionale rimarca un aspetto. “Anche la mia posizione – ha precisato Pellegrino – favorevole all’istituzione del Comune Unico Vallo di Diano, conta come singolo cittadino. Ritengo si potrà iniziare l’iter della legge sulla costituzione del Comune Unico solo dopo aver avuto la certezza che il Referendum consultivo raggiunga il quorum necessario, vale a dire che si sia espresso il 50 per cento degli aventi diritto. A tal proposito ho depositato in Consiglio Regionale una proposta di legge nella quale viene modificato il vigente Statuto della Regione Campania relativo al Referendum consultivo che attualmente ritiene la consultazione valida qualunque sia il numero degli elettori che si reca alle urne. Non possono essere in pochi a decidere per tutti, la partecipazione dei cittadini deve essere tale da poter considerare significativo il Referendum; sono i cardini di quella democrazia partecipativa in cui credo fermamente e che consente ai cittadini di esprimere le proprie idee», ha concluso Pellegrino.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019