Comuni ricicloni, Cilento pieno di comuni virtuosi: in testa c’è Tortorella

Infante viaggi

Tortorella si conferma tra i comuni virtuosi in tema di riciclo dei rifiuti, il primo in tutta la Campania. Ma è buona parte del Cilento a distinguersi, ancora una volta, per la sensibilizzazione e la valorizzazione dell’ambiente: Tortorella è il primo del Cilento (dei comuni con meno di mille abitanti) nella classifica generale della dodicesima edizione di Comuni Ricicloni. Seguono San Mauro Cilento, Pertosa e Morigerati, che insieme a Salvitelle, Monteforte Cilento e Ottati sono nelle prime dieci posizioni. Un record se si pensa che per 545 abitanti, mantiene il 98,16% di raccolta differenziata e 96.71 di indice Ipac. «Esiste una Campania riciclona radicata che si consolida in quantità e qualità – ha commentato Michele Buonomo, presidente di Legambiente Campania – I dati complessivi sulla raccolta differenziata confermano quello che diciamo da tempo: l’inceneritore da realizzare in Campania, come previsto dall’ultimo decreto del Consiglio dei ministri, è inutile. Ormai i comuni campani investono sulla prevenzione della produzione di rifiuti e della massimizzazione del riciclo e sono pronti a lanciarsi verso la nuova sfida della riduzione del secco residuo da avviare in impianti di incenerimento e in discarica. È questa la strada da percorrere». Tra i Comuni in vetta alle classifiche nella classifica dei migliori dieci comuni tra 5mila e 10mila abitanti c’è Sassano con il 95% di raccolta differenziata. Segue Buccino, Albanella e Altavilla Silentina. Per il piccolo comune cilentano non si tratta di una novità. Tortorella infatti è stato Comune riciclone già nel 2011, 2012, 2014 e 2016. E quest’anno l’importante riconoscimento arriva per una percentuale altissima di raccolta differenziata. «E’ il frutto di anni di lavoro, un lavoro condiviso, di squadra. Raggiunto grazie ai cittadini, agli impiegati del comune, a tutti. – ha spiegato il sindaco Nicola Tancredi – Abbiamo iniziato la raccolta differenziata in sordina. Mentre magari altri Comuni all’epoca hanno pubblicizzato l’iniziativa, noi invece abbiamo iniziato e continuato pensando solo a farla». 

©Riproduzione riservata

  • assicurazioni assitur

Foto ©Giuseppe Cammarano

  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro