• Home
  • Cronaca
  • La rivoluzione dell’invalidità civile. Le novità che scatteranno dal 1° gennaio 2010

La rivoluzione dell’invalidità civile. Le novità che scatteranno dal 1° gennaio 2010

di Redazione

"L’incremento costante sia del numero dei beneficiari, che dai circa 2,5 milioni del 2008 arriverà nel 2009 a sfiorare i 3 milioni- dichiara il presidente dell’INPS, Antonio Mastropasqua- sia della spesa, che crescerà dai circa 15 miliardi di euro pagati, ai 16,2 miliardi di euro previsti per il 2oo9, ha suggerito all’Istituto di farsi promotore di una iniziativa nei confronti del governo, che è stata recepita con l’emanazione del cosiddetto "decreto anticrisi". Con il nuovo procedimento si otterrà una significativa riduzione dei tempi di erogazione delle prestazioni, che passeranno dagli attuali 345 giorni mediamente previsti a 120.

Le novità che scatteranno dal 1° gennaio 2010, riguardano principalmente:

la presentazione delle domande, che saranno indirizzate direttamente all’INPS, che le trasmetterà in tempo    reale e in via telematica alle Aziende Sanitarie Locali, con il seguente coinvolgimento della struttura          amministrativa fin dai primi passi del procedimento ( e con la creazione di un fascicolo elettronico per ciascun utente);

l’integrazione della Commissione Medica con un medico dell’Inps quale componente effettivo, da cui deriverà la possibilità di un maggior controllo degli esiti medico-legale;

la sistematizzazione dei procedimenti convenzionali di affidamento all’Inps delle funzioni concessorie delle prestazioni di invalidità civile, previo accordo con le Regioni;

la garanzia, per effetto della presenza dell’Inps, in ogni fase del procedimento, della uniformità di trattamento su tutto il territorio nazionale;

l’aggiornamento, dopo quasi vent’anni, delle tabelle indicative delle percentuali dell’invalidità civile.

La nuova procedura interviene, infine, anche sul contenzioso in materia di invalidità civile, che oggi, con circa 400 cause pendenti, rappresenta circa la metà di quello che vede coinvolto l’Istituto, allo scopo di ottenerne una consistente riduzione.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019