• Home
  • Politica
  • Tonno rosso, Romano da Viespoli per cassa integrazione in deroga e da Buonfiglio per misure a sostegno del comparto

Tonno rosso, Romano da Viespoli per cassa integrazione in deroga e da Buonfiglio per misure a sostegno del comparto

di Maria Antonia Coppola

Il Sottosegretario al Welfare, On. Pasquale Viespoli, si è reso disponibile ad esaminare la situazione dei marittimi del naviglio del tonno rosso della provincia di Salerno. Ne dà notizia l’Assessore alle Risorse del Mare, Giovanni Romano precisando che, subito dopo le festività pasquali, presenterà, in un incontro a Roma, una relazione tecnica, nella quale si affrontano le problematiche dei lavoratori di settore al fine di ragionare sulla possibilità di concedere loro la Cassa integrazione in deroga. Sulla vicenda Romano preannuncia la consultazione con il commissario straordinario dell’Istituto di previdenza per il settore marittimo (IPSEMA), On. Antonio Parlato.


L’Assessore Romano, durante la conferenza stampa di presentazione delle misure del Piano Operativo del Fondo Europeo per la Pesca Campania (F.E.P) 2007-2013, ha annunciato che chiederà al Sottosegretario alle Politiche Agricole e Forestali con delega alla Pesca, On. Antonio Buonfiglio, un incontro per riprendere il discorso sulle misure a sostegno del comparto del tonno rosso. “La restrizione imposta dal Ministero di ridurre da 40 a 9 la flotta è irrealizzabile – ha detto Romano – Noi siamo pronti a ragionare su un ridimensionamento a 15 unità. Lavoreremo per individuare forme di sostegno al reddito, impegnando, per esempio, gli stessi operatori nei mesi estivi nel potenziamento delle vie del mare. L’obiettivo è trovare azioni di accompagnamento per mantenere i livelli occupazionali”. Giovanni Romano ha sottolineato alcune misure possibili a supporto del comparto, tra cui convenzioni con gli Istituti nautici per laboratori permanenti e la possibilità di una modifica del Codice di navigazione per accogliere a bordo delle tonnare più passeggeri, convertendole, così, in imbarcazioni da pesca-turismo. “Per la risoluzione del problema – ha concluso l’Assessore Romano – ascolteremo tutte le istanze, anche quelle provenienti dal mondo degli ambientalisti”.

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019