• Home
  • Attualità
  • Confraternita “Jacques De Molay” dona 22mila mascherine ai comuni del golfo di Policastro

Confraternita “Jacques De Molay” dona 22mila mascherine ai comuni del golfo di Policastro

di Redazione

di Maria Emilia Cobucci

22mila mascherine donate ai comuni di Sapri, Vibonati, Ispani, San Giovanni a Piro e Torraca. E’ questa l’iniziativa messa in campo ieri dalla Confraternita internazionale di volontariato dell’ordine cavalieri templari cristiani “Jacques De Molay” per contrastare la diffusione del Covid-19. In totale saranno 45 i Comuni della Campania, della Puglia e della Lombardia a ricevere tali dispositivi di sicurezza. A quest’ultimi vanno aggiunte le sedi della Croce Rossa Italiana, dell’AVIS, dell’Humanitas e 20 Diocesi.

In totale sono 300mila le mascherine prodotte da una ditta napoletana, rappresentata da Francesco Casillo e dalla moglie Erminia Duraccio, componente quest’ultima della confraternita e donate alle tre Regioni prescelte. Presente alla consegna di tali dispositivi di sicurezza il Gran Priore della Confraternita Massimo Maria Civale.

«L’iniziativa che abbiamo intrapreso – ha dichiarato Civale – ha il fine di sostenere i Sindaci nella lotta contro questa pandemia e aiutare le famiglie più bisognose». Un gesto di solidarietà accolto favorevolmente dai Sindaci presenti ieri mattina dinanzi il Comune di Sapri per ricevere la donazione. «Uno dei pochi strumenti di protezione contro questo nemico invibile è la mascherina – ha affermato il primo cittadino di Sapri Antonio Gentile – È un nobile gesto che sarà apprezzato da tutti i nostri concittadini i quali eviteranno di acquistare un bene che è diventato di prima necessità”. Una iniziativa promossa dal vicesindaco di Torraca Daniele Zicarelli, componente della Confraternita dei Cavalieri templari. “In un momento così particolare è necessario aiutare la popolazione con tali gesti. Speriamo che la pandemia finisca presto ma al momento è necessario ancora usare le mascherine. E a tal proposito un ringraziamento è indirizzato al Gran Priore Massimo Maria Civale che ha reso possibile tale iniziativa», ha infine dichiarato Zicarelli.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019