• Home
  • Politica
  • Fra provocazione e approvazioni sarà solo un’ipotesi la nuova Regione “Principato di Salerno”?

Fra provocazione e approvazioni sarà solo un’ipotesi la nuova Regione “Principato di Salerno”?

di Maria Antonia Coppola

Sarà solo un’ipotesi la Nuova Regione? Il Consiglio provinciale convocato in seduta monotematica venerdì 28 gennaio, vedrà all’ordine del giorno la proposta di istituzione di una nuova Regione denominata “Principato di Salerno”, ai sensi dell’art. 132, comma 1 della Costituzione.

Questo è quanto hanno prodotto le delibere dei vari Comuni che hanno dato la loro adesione, su ‘imput’ di Cirielli, per la costituzione del ‘Principato di Salerno’, e che forte di queste, costringe Caldoro a rispondere da Palazzo S. Lucia. Ricordiamo, in un intervista del giornaledelcilento.it del 19 settembre, le dichiarazioni di Gambino:“su imput del presidente Cirielli, il quale ha avuto una idea lungimirante. Questo progetto non è soltanto una provocazione…Riuscire a realizzare una nuova Regione nella provincia di Salerno che si possa distaccare da Napoli, dal napolicentrismo …”

La costituzione del ‘Principato’, però sembra essere poco fattibile perchè la realizzazione della ventunesima Regione italiana significherebbe lunghi e articolati percorsi per modificare la Costituzione Italiana, e spese a danno della popolazione afferente, per costituire un’ulteriore classe dirigenziale e politica. Di questo si fa forte il presidente della Regione Campania, Caldoro, il quale alla ‘provocazione’ della Giunta provinciale, risponde opponendo alla scissione, l’argomento del rafforzamento delle autonomie locali:” Bisogna dare maggiore autonomia ai Comuni e anche alle Province con il trasferimento di poteri e competenze. L’ipotesi di una nuova Regione la vedo difficile”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019