Corea del Sud e Cilento più vicine, studenti coreani in visita a Stio

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Un Patto di Amicizia sempre più forte quello tra il Cilento e la città sudcoreana di Namyangiu. Infatti, un’altra delegazione di studenti provenienti dalla città della Corea del Sud è stata ospite per una settimana nel piccolo borgo cilentano di Stio, guidato dal sindaco Natalino Barbato, al fine di rafforzare i rapporti tra le due realtà e imparare a realizzare con le proprie mani alcuni dei prodotti Made in Cilento. I ragazzi, infatti, per una settimana, hanno frequentato i corsi di cucina presso l’istituto alberghiero “Piranesi” di Capaccio Paestum, imparando a fare la pasta, il pane, i dolci e tante altre cose. «E’ un progetto nato nel 2016 grazie al coinvolgimento della Provincia di Salerno, della città sudcoreana di Namyangiu, e dei Comuni di Stio, Centola e Bracigliano – commenta il professore Massimo Trotta, delegato alla Cultura del Comune di Stio e presidente del club Unesco Elea-Velia – I ragazzi sono rimasti ancora una volta entusiasti, colpiti dalle nostre bellezze, dai nostri sapori e soprattutto dal nostro calore». Già nei mesi scorsi, una delegazione sudcoreana di studenti era stata nel Cilento, primo atto per ampliare proficui rapporti e scambi interculturali fra studenti e cittadini sperando che a questi possano seguire anche relazioni turistiche e commerciali.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur