Coronavirus e scuola, a Cicerale è già didattica a distanza

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Didattica a distanza nel piccolo borgo cilentano di Cicerale così da garantire la prosecuzione del programma scolastico per i circa 300 alunni dell’Istituto Comprensivo “Pietro Visconti”. In questo modo, gli alunni delle primarie e secondarie di primo grado dei plessi di Cicerale, Rutino, Ogliastro Cilento e Prignano Cilento potranno seguire da casa le lezioni. Una decisione, quella del primo cittadino di Cicerale, Gerardo Antelmo, ch’è stata presa in sinergia con il dirigente scolastico Vincenzo Rendina, in linea con quanto consentito dal ministero dell’Istruzione a seguito della chiusura delle scuole in tutta Italia fino al 15 marzo per l’emergenza Coronavirus. «Già a settembre, in via sperimentale, ci siamo attivati per le lezioni a distanza per i nostri studenti – spiega il sindaco – L’emergenza di questi giorni ha fatto accelerare i tempi». E’ prevista domani una riunione con il dirigente scolastico e con i docenti al fine di stabilire le modalità di esecuzione.

  • assicurazioni assitur

Anche Pollica è a lavoro Lo ha annunciato il sindaco Stefano Pisani: «Dopo aver raggiunto telefonicamente, il presidente Università Telematica Pegaso e la preside Daniela Ruffolo e dell’I.C. Patroni di Pollica, proviamo ad attivare le classi virtuali per i nostri studenti. Il presidente Danilo Iervolino, con un gesto di grande generosità, metterà a disposizione del Comune di Pollica e di chi vorrà in Regione Campania, l’applicativo delle classi virtuali dell’Università Telematica Pegaso. Ssono sicuro che sarà una divertente esperienza – dice rivolgendosi ai ragazzi – se riusciamo ad attivare questa nuova modalità di studio»

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur