Coronavirus, negozi chiusi a Montano Antilia e Ceraso

Infante viaggi

di Redazione

Sospese le iniziative e gli eventi di carattere sociale, ludico, religioso, sportivo, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico. Scuole ed esercizi commerciali chiusi, fatta eccezione per i negozi di beni di prima necessità. E quarantena, con sorveglianza attiva, per gli individui che abbiano avuto contatti stretti con i casi di malattia infettiva confermati.

E’ quanto dispone la Regione per i Comuni di Montano Antilia e Ceraso: al termine della riunione di mercoledì sera a Palazzo Santa Lucia, dunque, oltre alla chiusura di scuole e università in tutto il territorio campano, il Governatore Vincenzo De Luca ha ordinato anche misure restrittive specifiche per i due comuni salernitani a rischio di contagio di Coronavirus. L’ordinanza sarà valida fino al 1° marzo.

  • assicurazioni assitur

La decisione di De Luca è stata presa a seguito del caso di contagio riscontrato presso l’ospedale di Vallo della Lucania, relativo ad una cittadina rientrata a Montano Antilia da Cremona, il 15 febbraio, e che nei giorni successivi al suo ritorno, si è recata a Ceraso. Come è noto, un altro caso di contagio interessa una cittadina di Caserta proveniente da Milano e repentinamente messa in isolamento. Il terzo, invece, sarebbe di Napoli.

Riproduzione riservata

assicurazioni assitur