Coronavirus nel Vallo: contagiato parroco di Padula, positivi collegati con l’ufficio postale di Polla

di Pasquale Sorrentino

Nuovi casi positivi nel Vallo di Diano. Quasi 200 le persone positive al Coronavirus. La situazione allarmante, sulla quale si stanno interessando il sindaco di Polla, Massimo Loviso e l’assessore alla Protezione civile, Vincenzo Giuliano, riguarda l’ufficio postale del paese dove ci sono diversi positivi, almeno 5, (solo uno di questi residente a Polla e il resto tra Alto Tanagro e Vallo di Diano). L’amministrazione pollese si sta interessando al caso e sta cercando contatti con Poste Italiane per avere il quadro della situazione. È proprio un dipendente di Poste italiane l’uomo di 58 anni intubato nel reparto di Rianimazione di Polla. Nel Vallo di Diano si registrano i primi casi di contagi a San Rufo, un giovane tornato dall’estero, e a Sanza. Resta preoccupante anche la situazione della casa di riposo “Sacro Cuore” a Buonabitacolo con 16 persone contagiate, 11 sono anziani pazienti. Due nuovi casi a Polla, al di là dell’uomo contagiato, tre a Padula e due a Teggiano. Anche un prete tra i contagiati di Padula.

©Riproduzione riservata