Covid-19, istituito “Fondo Solidarietà Famiglia” dalla Diocesi Teggiano-Policastro

La Diocesi di Teggiano-Policastro, insieme alla Caritas Diocesana, visto il difficile momento storico dell’epidemia da Covid-19, ha deciso di scendere in campo con una lodevole iniziativa: l’istituzione di un “Fondo Solidarietà Famiglia”.

«Un segno di vicinanza concreta a famiglie e soggetti in difficoltà, residenti nel territorio della Diocesi. L’emergenza Covid-19 con cui conviviamo ormai da mesi, infatti, ha segnato profondamente la vita delle nostre comunità, non solo da un punto di vista sanitario, ma anche piscologico e soprattutto economico. Ci siamo trovati impreparati, deboli e vulnerabili sotto i colpi di questo virus. Abbiamo conosciuto l’esperienza della sofferenza, della quarantena, della sospensione di numerose attività e, per molte famiglie, l’emergenza Coronavirus è diventata anche emergenza lavorativa», ha spiegato il vescovo Padre Antonio De Luca.

«Sempre più persone lamentano, infatti, difficoltà per via della perdita di lavoro, riduzione dell’orario o di entrate, cassa integrazione, attività in proprio ridotta o chiusa. A questo si aggiungono le difficoltà nella gestione dei canoni di affitto, gli sfratti per morosità, nonché i disagi legati alla gestione delle spese per lo studio o la salute. In molti non sono più in grado nemmeno di poter garantire il pranzo al proprio nucleo familiare. Sono i cosiddetti “nuovi poveri”, le vittime di questo durissimo periodo di crisi», ha aggiunto.

E’ alla luce di tutto ciò che nasce l’idea del “Fondo Solidarietà Famiglia”. Si tratta di una misura straordinaria, tempestiva e limitata nel tempo, accompagnata da azioni sostenibili di presa in carico delle fragilità familiari attraverso la Caritas Diocesana. Le attribuzioni in denaro a valere sul Fondo, che la Diocesi assegnerà senza obbligo di rimborso o controprestazione, verranno assegnate previa accurata valutazione della Commissione e fino all’esaurimento del Fondo stesso. I beneficiari riceveranno il contributo o in un’unica soluzione o una tantum, in base alle valutazioni interne della Commissione o fino alla variazione reddituale del beneficiario.

I soggetti interessati potranno presentare la loro richiesta ai propri Parroci, presso le parrocchie di appartenenza, a partire dal 12 ottobre 2020 e fino al 31 maggio 2021. Successivamente, dopo un’accurata indagine, la richiesta verrà indirizzata alla Diocesi di Teggiano Policastro, presso l’ufficio della Caritas Diocesana e sottoposta al vaglio della Commissione. La domanda, inoltre, dovrà essere corredata dalla documentazione necessaria ovvero la lettera di presentazione del Parroco, l’allegato debitamente compilato e firmato in tutte le sue parti, documento di identità e Tessera sanitaria, ISEE aggiornato e ultima busta paga (se disponibile).

©Riproduzione riservata