• Home
  • Featured
  • Covid, nel Cilento il virus corre tra i banchi: sospese le lezioni in diverse scuole

Covid, nel Cilento il virus corre tra i banchi: sospese le lezioni in diverse scuole

di Antonio Vuolo

Volano i contagi da Covid-19 tra i banchi a sud della provincia di Salerno, costringendo sindaci e dirigenti scolastici a chiudere le scuole. Il virus non sta risparmiando, in questa quarta ondata, soprattutto i bambini, nella maggior parte dei casi ancora non sottoposti alla vaccinazione, che per la fascia d’età fra i 5 e gli 11 anni scatterà dal 16 dicembre.

La situazione più complessa è al momento quella di Castellabate dove sono state sospese le attività didattiche fino a mercoledì 15 dicembre per la presenza di casi positivi tra ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado. A stabilirlo, con apposita ordinanza, è stato il primo cittadino, Marco Rizzo, in comune accordo con la dirigente scolastica Gina Amoriello dell’Istituto Comprensivo Castellabate, in modo da poter consentire la sanificazione dei vari plessi, oltre 10 sparsi in tutte le frazioni del comune che vanno dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado. Contestualmente, è stato disposto uno screening di massa sulla popolazione scolastica, ch’è cominciato ieri pomeriggio in modalità drive-in presso piazza Mondelli, a Santa Maria, con i primi test eseguiti agli appartenenti alle scuole secondarie di primo grado.

Nella vicina Agropoli, invece, resterà chiusa fino a mercoledì 15 dicembre la scuola Cafarelli in località Moio, in attesa di ulteriori comunicazioni da parte dell’Asl. Continuano, invece, in dad le classi, una al liceo Gatto e un’altra alla scuola Landolfi, interessati da due casi positivi.

Casi tra i banchi anche a San Giovanni a Piro, dove tre classi della scuola primaria sono ritornate alla didattica a distanza. Chiusa, inoltre, la scuola dell’infanzia. E non sono mancate le polemiche della minoranza con il capogruppo, Sandro Paladino, che ha chiesto al primo cittadino, Ferdinando Palazzo, di fornire «chiarimenti e aggiornamenti giornalieri in merito all’emergenza onde evitare di creare allarmismi tra la popolazione ed al tempo stesso allo scopo di tenere alto il livello di guardia».

Contagi anche nel borgo di Montano Antilia, dove è stata chiusa una scuola dove si sono registrati dei casi covid. Si tratta della primaria e secondaria di primo grado di Montano capoluogo. Il sindaco, Luciano Trivelli, ha, inoltre, richiesto uno screening da effettuare su alunni e personale scolastico.

A Celle di Bulgheria, inoltre, c’è una classe secondaria di primo grado in dad, così come a CentolaPalinuro sono in didattica a distanza una classe primaria e una secondaria di primo grado.

Cluster “elettorale”, infine, a Postiglione. Dopo la positività del sindaco uscente, Mario Pepe, che è anche direttore sanitario del Campolongo hospital, positiva una sua candidata. Si tratta di una maestra della scuola per l’infanzia di Sicignano degli Alburni. Ieri, bimbi in dad, oggi tutti i piccoli a fare i tamponi (sono 22 bambini).

A Camerota istituti aperti ma sospese le lezioni della scuola di danza. Un ballerino di 22 anni è risultato positivo a covid. Disposti i tamponi. L’Asl lavora sulla catena dei contatti. Scuola dell’Infanzia chiusa invece a Caselle in Pittari dopo che l’autorità sanitaria ha riscontrato la positività tra piccoli alunni e docenti.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019