Covid, nel Cilento la variante inglese e la spagnola: lo studio

di Redazione

Il laboratorio di Patologia e Biologia Molecolare dell’ospedale civile di Agropoli, guidato dal primario Marcello Ametrano, ha preso parte ad un progetto per l’analisi genetica del covid19 in Campania ed in particolar modo nel Cilento. Questo progetto nasce da una collaborazione tra l’Asl Salerno e l’Università degli studi di Salerno e ha permesso di scoprire e mappare i genotipi del Covid nell’area del Cilento, mediante sequenziamento dell’intero genoma virale dei tamponi positivi.

Ad oggi è emerso che sono due le varianti presenti sul territorio, la spagnola e quella inglese, purtroppo quest’ultima conosciuta per la sua elevata contagiosità anche tra i giovani. Un lavoro importante a cui hanno preso parte due cilentane la dott.dottoressa Francesca Rizzo coordinatrice del progetto, la dottoressa Giordano Giusy specializzanda in microbiologia e virologia presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli ed i dottori Ciro Maiello e Romolo Angrisani dirigenti dell’ ospedale civile di Agropoli.

«Purtroppo la presenza della variante inglese sul territorio cilentano desta molta preoccupazione, ma ora siamo sicuramente più preparati rispetto a prima, sia come laboratorio che come ospedale – sostiene il primario dott. Ametrano -. Un particolare grazie va rivolto allo staff tecnico- infermieristico per il proficuo lavoro svolto.Nelle prossime settimane si avrá la mappatura completa delle varianti sul territorio Cilentano».

©Riproduzione riservata