Covid, sindaco di Ascea posticipa il rientro a scuola

1378

Con un’ordinanza sindacale il primo cittadino di Ascea, Pietro D’Angiolillo, ha posticipato l’avvio delle attività scolastiche al 28 settembre 2020. Una decisione dettata dall’emergenza Coronavirus. «Nei comuni vicini e in Italia si è verificato un aumento dei casi di contagio da Covid-19 e tenendo conto dei rischi di diffusione del contagio e che allo stato sussiste una situazione epidemiologica con rischio di contagio – spiega l’amministrazione – appare opportuno, anche ai fini precauzionali, adottare in modo rigoroso misure di contenimento del rischio nel comune di Ascea». Nell’ordinanza si fa poi anche riferimento al quadro meteorologico che «fa presumere il persistere di alte temperature locali». Dunque, la campanella di tutte le scuole di ogni ordine e grado nel comune di Ascea suonerà 4 giorni più tardi rispetto a quelle della Regione Campania.

©Riproduzione riservata